Risposte

La risposta più intelligente!
2013-12-18T17:21:14+01:00
Paride rapisce Elena, la moglie del Re Menelao. Fu così che si mobilitò tutta la Grecia Achea per vendicare l'offesa compiuta da Paride. Dopo nove anni, circa, di continui assedi, Agamennone, che era il capo dell'armata achea e il fratello di Menelao, si rifiuta di restituire a Crise, la sacerdotessa di Apollo, sua figlia, Criseide, che egli ha ottenuto come prigioniera di guerra. Il Dio Apollo punisce il campo dei Greci colpendoli con una pestilenza, e Agamennone fu costretto a restituire Criseide. Per compensarsi della perdita, allora sottrae ad Achille la sua schiava, Briseide. 

Achille sdegnato, che riteneva di aver ricevuto un affronto, decise di non combattere più a fianco dei Greci; senza Achille, i Tro**ni ottennero molte vittorie. Patroclo decise allora di scendere in campo con le armi di Achille, per far credere che lui fosse ritornato al campo di battaglia, ma, invece, viene ucciso da Ettore, che lo spoglia delle armi sacre. Achille, dopo che fu riarmato da Efesto, tornò a combattere per vendicare la morte del cugino. Riusci a combattere contro Ettore, e quest'ultimo perì nel duello. Achille Infierendo sul suo corpo, confiscò il suo cadavere. Priamo, Il re dei tro**ni giunse nel campo dei Greci per chiedere la restituzione del corpo di suo figlio Ettore; Achille fece dunque una pace "personale" con Priamo, permettendogli di riprendere il corpo del proprio figlio. Ormai priva del suo eroe più forte, il destino della città dei Tro** è ormai senza speranza.